NOVEMBRE IN GIORDANIA : MAGIE NABATEE DAL DESERTO AL MAR MORTO

NOVEMBRE IN GIORDANIA : MAGIE NABATEE DAL DESERTO AL MAR MORTO

                   Dal 13 al 20 novembre 2022

Amman a Petra e Little Petra: tour di un giorno con autista privato - 2022 - Viator

 

1° giorno Domenica 13 novembre 2022

PERUGIA – ROMA-  AMMAN

Appuntamento in luogo ed orario da stabilire e trasferimento all’aeroporto di Roma Fiumicino. Check – in sul volo Royal Jordanian e partenza per Amman. All’arrivo, incontro con un assistente locale per facilitare il disbrigo delle formalità aeroportuali.  Al termine trasferimento all’ hotel  riservato, assegnazione delle camere cena e  pernottamento.

 

2° giorno  Lunedì 14 novembre 2022

AMMAN – JERASH – AJILUN – AMMAN

Dopo la prima colazione in hotel, partenza in bus in direzione nord per Jerash. Conosciuta in passato come Gerasa, è la più importante e di certo anche la più coinvolgente delle città che formarono la Decapoli. Si visiteranno la Piazza Ovale, l’Arco di Trionfo, l’Ippodromo, la Porta Sud, il Tempio di Zeus, il Teatro, la Via Colonnata, il Tetrapilo, il Tempio di Artemide… che rimandano soprattutto a un periodo compreso tra il I e il IV secolo d.C. Sicuramente è uno dei siti più corposi e meglio conservati del Medio Oriente. Pranzo in ristorante locale e , nel pomeriggio, proseguimento per Ajilun per la visita alle rovine del castello. Dalle sue alture, il castello custodiva i tre uadi che scendono verso la valle del Giordano. È stato costruito dagli ayyubidi nel XII secolo e ampliato dai mamelucchi nel XIII. Il nome Ajlun risale a un monaco cristiano che visse su questa montagna nel periodo bizantino. Il castello, che sorge sulle rovine di un monastero le cui tracce sono state scoperte durante gli scavi archeologici, è stato il nucleo di un insediamento che è diventato l’attuale città di Ajilun. Dopo la visita rientro ad Amman per la cena ed il pernottamento in hotel.

 

The Roman Amphitheatre, Jerash, Jordan | Dating from the 1st… | Flickr

 

3° giorno Martedì 15 novembre 2022

 

AMMAN – QASR AMRA – AMMAM

Prima colazione e  partenza per  QasrʿAmra in arabo: Quṣayr ʿAmra – ovvero il piccolo palazzo di ʿAmra – è il più famoso palazzo costruito nel deserto fra quelli che si trovano nella Giordania orientale. L’edificio venne eretto all’inizio dell’VIII secolo (probabilmente fra il 711 e il 715) dal califfo omayyade Al-Walīd I, agli inizi del suo dominio su questa regione. Il palazzo è quindi uno dei primi esempi di arte e di architettura islamica. Questo, che veniva utilizzato dal califfo o dai suoi familiari per diletto o per praticare attività sportive, è decorato con affreschi rappresentanti scene di caccia (principalmente di mammiferi ora estinti in tutto il Vicino Oriente, frutti e nudi femminili). L’edificio contiene anche un bagno con un triplice soffitto a volta che dimostra l’influenza romano-bizantina. La struttura, dopo essere stata abbandonata in tempi antichi, venne riscoperta nel 1898 da Alois Musil famoso arabista ed esploratore ceco. Nel 1985 il castello è stato inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Al termine rientro ad Amman. Pranzo in ristorante e il pomeriggio prosegue con un city tour di Amman, costruita su 7 colli come Roma, è capitale della Giordania solo dal 1950. Pur nota nella storia già dal XIII secolo a.C. e conosciuta nell’antichità prima come Rabbat Ammon e poi come Philadelphia, alla fine del XIX secolo fu ridotta ad un piccolo villaggio. Per volere del re Hussein (a suo tempo molto noto e apprezzato a livello internazionale, non sempre allo stesso modo in patria), quasi tutti gli edifici pubblici e privati sono stati rivestititi da una particolare pietra bianca locale che le fornisce caratteristica di lindore ma, forse, anche di asetticità. Da vari anni si possono notare numerose gru e cantieri aperti, segnali di un intenso sviluppo urbanistico legato a sostanziosi investimenti stranieri, oltre che a quelli di facoltosi palestinesi pur cercando di mantenere ancora parzialmente intatto il  suo antico splendore e fascino. Si Visiterà la Cittadella con i resti romani, bizantini e islamici (e anche qualche recente, ma eccessivo intervento spagnolo di “restauro”) il piccolo museo che conserva tra l’altro alcuni dei “rotoli del Mar Morto”, e dove, sino a qualche tempo fa, erano presenti alcune riproduzioni degli affreschi “scandalosi” i cui originali sono stati realizzati nei “castelli del deserto”, probabilmente attorno all’VIII secolo. Dall’alto della collina dove sorge la Cittadella, si potrà osservare il teatro romano ubicato proprio nel centro cittadino. Al termine rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

Umayyad Monumental Gateway. Art Destination Jordan, Amman Citadel

 

4° giorno Mercoledì 16 novembre 2022

 

AMMAN –MADABA- MONTE NEBO- UM  AL RASSAS -WADI RUM

Dopo la prima colazione, check out  in hotel e partenza per Madaba a circa 30 km da Amman.  A Madaba, che deve la sua fama a una serie di straordinari mosaici bizantini e umayyadi, si trova la nota mappa-mosaico di Gerusalemme e della Terra Santa, risalente al VI Secolo: con i suoi due milioni di tessere di pietra vividamente colorata, raffigura colline, valli, villaggi e città fino al delta del Nilo. La Mappa-mosaico ricopre il pavimento della chiesa greco-ortodossa di San Giorgio, situata a nord-ovest del centro cittadino. La chiesa è stata edificata nel 1896 d.C., sulle rovine di un precedente santuario bizantino, risalente al sesto secolo. Il pannello a mosaico, che incornicia la Mappa, misurava originariamente circa 15,6 x 6 m, pari a 94 metri quadrati: solamente un quarto della superficie iniziale si è conservato. Altri straordinari mosaici, conservati nella chiesa della Vergine e degli Apostoli e nel Museo Archeologico (ingressi non inclusi, circa 5 dollari), raffigurano una lussureggiante profusione di fiori e piante, uccelli e pesci, animali e bestie esotiche, nonché scene a carattere mitologico e ispirate ad attività quotidiane come caccia, pesca e agricoltura. Le chiese e le case di Madaba ospitano del resto centinaia di altri mosaici, risalenti al periodo compreso tra il V e il VII secolo. Nella medesima regione sorge il Monte Nebo, uno fra i luoghi sacri maggiormente venerati in Giordania nonché luogo dove fu sepolto Mosè: sul posto i primi cristiani edificarono una piccola chiesa bizantina, successivamente ampliata e trasformata in un vasto complesso architettonico. Durante la sua visita in Giordania nel 2001, il defunto Papa Giovanni Paolo II tenne qui un’omelia davanti a una folla di circa 20.000 fedeli. Per questo è stato eletto a Patrimonio dell’Umanità. Pranzo in ristorante durante il percorso. Lungo strada sosta ad Umm Al Rassas  per ammirare, all’interno della Chiesa di Santo Stefano, i più importanti ed interessanti mosaici del Paese anch’esso patrimonio dell’ UNESCO.Proseguimento per il più vasto uadi  della Giordania  :  Wadi Rum anche detto Valle della Luna, scavata nei millenni dallo scorrere di un fiume nel suolo sabbioso e di roccia granitica della Giordania meridionale, a 60 km circa a est di Aqaba. Cena e pernottamento in campo tendato nel deserto.

Visitare Madaba: cosa vedere, come arrivare e dove dormire

 

5° giorno Giovedì 17 novembre 2022

Aqaba, il Wadi Rum e la Strada del Deserto, Giordania: guida ai luoghi da visitare - Lonely Planet

 

WADI  RUM –  PICCOLA PETRA – PETRA

Dopo la prima colazione e ci si addentra con le jeep  nel Wadi Rum. Qualcuno ha definito questo deserto  “ il più bello e spettacolare del mondo”. Si potranno ammirare ampie vallate sabbiose, inframmezzate da arenarie multicolori, alture di mille tonalità e forme bizzarre scolpite dal vento in modi assai fantasiosi. Carovane di cammellieri e cammelli che riposano all’ombra degli archi naturali….che dire, una magica esperienza che rimarrà indelebile nella mente dell’osservatore.Proseguimento in direzione di Petra. Pranzo. Durante il trasferimento, si percorrerà parte della Desert Highway e della storica Via dei Re, la strada che scorre dal nord al sud tra le altre due vie che consentono di giungere all’estremità meridionale del Paese. Sosta lungo il percorso per la visita alla Piccola Petra (Siq al-Barid), la città dove i Nabatei usavano far soggiornare i propri ospiti. Il gran numero di locali e di caverne, insieme alle molte cisterne e alla scarsa presenza di tombe, inducono a considerare Siq al-Barid un centro commerciale e di servizi della città di Petra, dove le grandi carovane in transito non potevano entrare. Come sembra anche testimoniare il grande spazio esistente prima dell’ingresso al sito. Qui, si presume che queste potessero sostare in attesa che avvenissero le transazioni commerciali e i carovanieri si riposassero, prima di riprendere il percorso verso le regioni mediterranee. Pranzo in ristorante lungo il percorso prima di arrivare a Petra. Sistemazione all’hotel riservato. Cena e dopo cena possibilità facoltativa di visita di  Petra by night.

 

Cosa vedere a Petra in Giordania: Guida completa per visitare la Città Rosa

 

6°giorno Venerdì 18 novembre 2022

PETRA – MAR MORTO

Colazione in hotel  e inizio della visita del famosissimo sito di Petra. Non ci si dilungherà nella descrizione di Petra, si preferisce lasciare al singolo la sua “scoperta” affinché  questo possa  assaporare l’emozione profonda che la città Nabatea suscita direttamente in loco. Ricordiamo solo che la città dei Nabatei, che dominarono la regione dal VI secolo a.C. al II d.C. è inserita nell’elenco UNESCO dei luoghi Patrimonio dell’Umanità, e che l’esistenza di Petra è, indipendentemente dal resto, motivo per inserire la Giordania in uno dei dieci paesi al mondo da visitare. Pranzo e  al termine partenza per il Mar Morto. Cena e pernottamento in hotel.

Mar Morto: Quello che c'è da sapere - AlloggiOnline.com

7° giorno Sabato 19 novembre 2022

MAR  MORTO

Dopo la prima colazione in hotel, partenza per  Betania, il luogo del battesimo di Gesù. La Bibbia riporta che Giovanni Battista predicò e battezzò in un luogo chiamato Betania oltre il Giordano, che i testi bizantini e medievali, oltre alla moderna archeologia, identificano con il sito chiamato Tell a-Kharrar e Colle d’Elia. Le stupefacenti scoperte archeologiche registrate a partire dal 1996 hanno portato alla luce vasellame, monete e resti architettonici di un monastero bizantino del V secolo. Hanno inoltre rivelato un edificio dell’inizio del III Secolo con bellissimi mosaici e quella che oggi è nota come “la stanza della preghiera” cristiana. Se tale interpretazione fosse corretta, questo potrebbe essere stato uno dei primissimi edifici al mondo adibiti alla preghiera dei cristiani. È stata inoltre identificata, secondo numerosi testi dei pellegrini bizantini, la grotta in cui visse e operò Giovanni Battista. La chiesa è stata costruita intorno alla grotta in cui è ancora possibile visitare la fonte utilizzata da Giovanni per i battesimi. Al termine della visita, rientro in hotel.Pomeriggio dedicato al relax con bagni d’ acqua e fango. Pernottamento in hotel.

 

8° giorno Domenica 20 novembre 2022

 

MAR MORTO –ROMA – PERUGIA

Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto in tempo utile per la partenza del volo per Roma Fiumicino. All’arrivo disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in bus privato a Perugia.…………………. Fine dei servizi de  Il Tropico del Cancro……………..

 

Quota individuale di partecipazione in camera doppia minimo/massimo 15 partecipanti:

Euro  1695,00

Supplemento singola

Euro    495.00

Tasse aeroportuali:

Euro    395.00

Assicurazioni medico bagaglio annullamento e covid

Euro    108.00


N.B: il costo del trasferimento Perugia Roma Perugia, si stabilirà al completamento delle iscrizioni al viaggio.

 

Il programma di viaggio riporta il tasso di cambio utilizzato per il calcolo delle quote

e la percentuale pagata in valuta estera Euro 1 $ 1,03. Il cambio verrà ricontrollato 30 giorni ante partenza

 

LA QUOTA COMPRENDE:         

  • Voli di linea andata e ritorno da Roma per Amman della compagnia di bandiera Royal
  • Jordanian in classe economica con franchigia bagaglio da stiva Kg 23
  • Trasferimento privato da e per l’aeroporto di Amman.
  • Incontro con assistente locale all’arrivo all’aeroporto per il disbrigo delle formalità doganali
  • Visto collettivo ( i passeggeri Il Tropico del Cancro dietro presentazione in agenzia del loro
  • passaporto entro 14 giorni dalla partenza sono esenti dal pagamento )
  • Trasporto per tutta la durata del tour in bus o mini bus in base al numero dei partecipanti e
  • disposizione 2 mezze bottiglie di acqua per persona al giorno
  • Tutti i pasti con acqua inclusa (dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo con
  • pranzi in ristorante  durante il percorso)
  • Servizio di una guida professionista certificata parlante italiano dal 2° al 7° giorno
  • Pernottamento in hotel di 5 stelle e lusso
  • Pernottamento in campo tendato in tende di lusso con bagno privato
  • Tour in Jeep di 2 ore nel deserto di Wadi Rum
  • Biglietti d’ingresso per  tutti i siti turistici menzionati nell’itinerario
  • Assistente dell’agenzia Il Tropico del Cancro per tutta la durata del viaggio

 

LA QUOTA NON COMPRENDE: 

  • Bevande ai pasti e spese personali.
  • Mance (si suggeriscono 60 euro a persona) per tutti coloro che forniscono servizi durante il tour
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge
  • Assicurazione medico bagaglio ed annullamento
  • Extra di carattere personale
  • Tutto ciò non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

 

Operativo aereo Royal Jordanian

  1  RJ 102  13 NOV  FCOAMM  15.50  20.15 

  2  RJ 101  20 NOV  AMMFCO  11.25  14.25 

 

Hotel previsti:

 

Amman:       Land Mark Hotel  o similare

Wadi Rum : Mazayen Rum Camp o similare

Petra :           Guest House Hotel o similare

Mar Morto: Hilton Hotel Dead Sea o similare

 

Prenotazioni entro il 2 settembre con versamento contestuale di un acconto pari ad Euro 450 e saldo entro e non oltre 10 Ottobre 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *